top of page
  • Matteo Cambria

Un sorriso perfetto in 2 sedute!




Le faccette dentali, che prendono anche il nome di “faccette estetiche” o “veneers”, vengono applicate direttamente sul singolo dente per migliorarne l’aspetto estetico. Si tratta di sottilissime lamelle in ceramica che vengono cementate in modo permanente sul dente. Possono correggere piccole imperfezioni quali denti lievemente storti, diastemi denti gialli o macchiati non trattabili mediante pulizia dentali o sbiancamento professionale.

Al giorno d’oggi l’uso di faccette estetiche in ceramica risulta l’alternativa preferibile nel trattamento di molti casi clinici che in passato avrebbero previsto il ricorso a corone totali. Proprio per questo, vengono largamente utilizzate da attori, sportivi e altre personalità dello spettacolo come soluzione per ottenere un sorriso perfetto senza ricorrere ad una operazione invasiva.

La scelta del colore viene effettuata prestando attenzione agli elementi delle arcate dentali che non verranno coperti e che risulteranno affiancati alle faccette. Si ricorre per queste operazioni valutative a tavole campione o ad anelli di resina che riportano le tonalità disponibili.



La prova in bocca della nuova forma del dente può essere fatta con il mock – up, realizzato dal laboratorio prima ancora di toccare il dente e ci consente di decidere insieme al paziente l’estetica che vuole raggiungere.

La reazione delle gengive è molto positiva, si verificano meno infiammazioni rispetto a quanto accade in presenza di corone e i margini dalla finitura liscia delle faccette permettono di mantenere più facilmente l’igiene orale. La ceramica infatti è un materiale biocompatibile che trattiene meno placca dello smalto naturale per via della sua superficie più liscia.

Nonostante lo spessore sia ridotto delle faccette e la loro conseguente fragilità prima dell’applicazione, una volta fissate sul dente queste si integrano con la struttura dentale e danno luogo a restauri solidi e duraturi, presentano una resistenza all’abrasione e una stabilità cromatica soddisfacenti.

L’effetto risultante si rivela infine naturale per via delle modalità di assorbimento, riflessione e trasmissione della luce, molto simili a quelle della struttura dentale. La translucenza della ceramica conferisce luminosità al dente indipendentemente dalla profondità a cui viene applicata, ancora di più se fissata con un composito di resina trasparente.



Prima della cementazione definitiva della faccetta viene usato un cemento di prova per ottenere un’anteprima del risultato finale, utile sia all’odontoiatra sia al paziente che deve dare la propria approvazione alla tonalità.




Comments


bottom of page