top of page
  • Matteo Cambria

Parodontite in gravidanza: sintomi e rimedi


  • La parodontite in gravidanza è una patologia molto diffusa e che bisogna tenere sotto controllo con frequenti e regolari visite dentistiche. Cosa succede in gravidanza La gravidanza è un momento magico che porta con sé tanti cambiamenti e novità. La donna è attraversata da un mix di emozioni talvolta contrastanti: gioia, paura, forza, smarrimento. Nei primi mesi attraversa una fase di adattamento ai cambiamenti non solo fisici ma anche psicologici. Vede il suo corpo cambiare e inizia ad avere la consapevolezza di ciò che sta accadendo: un’altra vita si prepara a venire al mondo. Questi cambiamenti incidono anche sulla salute del cavo orale, comportando problemi gengivali e nei casi più gravi malattie parodontali. Cos’è la parodontite Per malattia parodontale, o parodontite, si intende un’infiammazione che colpisce i tessuti di sostegno del dente. Queste patologie colpiscono un numero sempre maggiore di persone e sono la principale causa di perdita dei denti. Le due principali malattie parodontali sono:e colpisce le gengive provocando infiammazione, arrossamento e sanguinamento. Se trattata in tempo, però, la gengivite è un processo completamente reversibile. La parodontite è la conseguenza di una gengivite non trattata. Si tratta di una condizione irreversibile che continua a progredire provocando l’erosione dell’osso. Questo comporta instabilità dentale, di conseguenza i denti cadono da soli o devono essere estratti dal dentista. Parodontite in gravidanza: cause e sintomi Anche le donne in dolce attesa sono esposte a questo tipo di problematica dentale. La causa della parodontite in gravidanza risiede negli altri livelli di estradiolo e progesterone, due ormoni essenziali per l’utero. La maggior parte delle donne in dolce attesa manifesta una gengivite da gravidanza. Le gengive appaiono rosse e gonfie e tendono a sanguinare anche senza motivo. È molto importante agire tempestivamente, per evitare che la malattia progredisca e degeneri in parodontite. Quali sono i rischi?

Il rischio è quello che i batteri riescano a raggiungere il sistema circolatorio e arrivare alla placenta e al feto. Questa situazione potrebbe generare un parto prematuro e il bambino potrebbe nascere sottopeso. Come curarla? I rimedi più efficaci Si raccomanda di praticare quotidianamente una corretta igiene orale. Lavare i denti in modo accurato, almeno due volte al giorno e avvalendosi anche dell’utilizzo di filo interdentale e scovolino. Alle prime avvisaglie di problemi gengivali, è molto importante rivolgersi al proprio dentista, che, se necessario, procederà con una seduta di igiene orale professionale. Infatti, sebbene molte paure e dubbi, la maggior parte dei trattamenti dentali non comportano alcun pericolo in gravidanza. Anzi, effettuare regolari controlli e prendersi cura della propria igiene orale, tiene al riparo da problematiche che possono rappresentare un fattore di rischio nello svolgimento della gravidanza.






6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

留言


bottom of page